L'ansia da separazione è un disturbo comportamentale comune che può colpire cani di ogni età, razza e sesso. È il secondo problema comportamentale più diffuso tra i cani domestici, con una stima di uno su sette che ne è affetto. È interessante notare che questo particolare problema è noto anche ai pediatri perché anche i bambini ne sono soggetti.

Il tipico cane che manifesta i sintomi dell'ansia da separazione mostra un grande attaccamento al padrone; lo segue per tutta la casa e può abbaiare o lamentarsi se viene lasciato in un'altra stanza. Quando percepisce che il padrone sta per uscire di casa, può diventare molto iperattivo. Al suo ritorno, l'animale di solito esprime una quantità sovrabbondante di entusiasmo e gioia. Questo tipo di comportamento può verificarsi anche quando una sola persona della famiglia esce momentaneamente di casa o se è occupata in altre attività come dormire, usare il computer o leggere e ignora l'animale.

Le razze che soffrono maggiormente l'ansia di separazione

I cani, crescendo, possono manifestare alcuni problemi comportamentali, uno dei quali è comunemente noto come "ansia da separazione" Secondo i veterinari, questo problema sorge a causa di un rapporto scorretto tra l'animale e il padrone. È un fenomeno più diffuso di quanto si possa pensare.

L'ansia da separazione può colpire qualsiasi cane, indipendentemente dall'età. Tuttavia, alcune razze possono essere più inclini a provare angoscia quando il loro fidato compagno è lontano. Queste dieci razze si distinguono in particolare:

  • Il Border Collie è famoso per la sua intelligenza e le sue notevoli doti. Questa razza attiva necessita di stimoli significativi per evitare lo sviluppo di comportamenti distruttivi, noia, frustrazione, stress e ansia. Senza uno stimolo adeguato, questi problemi possono prendere il sopravvento e causare problemi sia al cane che al suo padrone.
  • Il Cocker Spaniel è un cane molto amichevole ed estroverso che va d'accordo con tutti. Ama trascorrere del tempo in compagnia e può provare disagio se lasciato solo per lunghi periodi.
  • Il Pastore Tedesco è un cane molto intelligente e ben strutturato, con un'innata propensione a tenere al sicuro la propria famiglia. Questo naturale desiderio di protezione, tuttavia, può portare all'ansia da separazione.
  • Il Chihuahua è una razza che spesso sviluppa ansia da separazione a causa dello stretto rapporto che instaura con il padrone. A questo piccolo cucciolo viene comunemente raccomandato di avere un amico con cui giocare per fargli compagnia e ridurre i comportamenti ansiosi.
  • Il Bichon Frisé ama stare in mezzo alle persone e trova conforto nel sentirsi vicino a chi ama. Le sue dimensioni lo rendono un compagno perfetto da coccolare in grembo o da portare in borsa, ma la sua ansia da separazione può diventare un problema quando non può stare con la sua famiglia.
  • Il Pastore Australiano è una razza estremamente laboriosa, simile al Border Collie. Se non riceve sufficienti stimoli e viene lasciato solo per lunghi periodi di tempo, può facilmente sviluppare l'ansia da separazione. Pertanto, questo cane ha bisogno di attività quotidiana per rimanere sano e felice.
  • Il Cavalier King Charles Spaniel è l'emblema del cane da compagnia fedele. Si lega profondamente alla sua famiglia e può essere molto angosciato quando se ne separa, anche se solo per poche ore.
  • Il Dalmata è noto per avere una personalità piuttosto imprevedibile. Non sopporta bene la solitudine e può manifestare segni di disagio con comportamenti distruttivi se lasciato isolato per troppo tempo. L'ansia da separazione può essere difficile da gestire, ma è importante fornire compagnia il più possibile in modo che il cane si senta amato e sicuro.
  • Il Volpino di Pomerania è un adorabile Spitz tedesco che vanta una personalità piacevole dietro la sua soffice pelliccia. Sebbene sia un po' diffidente nei confronti delle persone sconosciute, questa razza ama stare vicino ai suoi padroni e può soffrire di ansia da separazione quando è sola. Ama rilassarsi in presenza della sua famiglia umana.

Come affrontarla

ansia da separazione

La soluzione a questa sfida comportamentale è complessa, poiché richiede di affrontare non solo il cane ma anche la dinamica familiare. Non è possibile risolvere il problema con qualche consiglio o suggerimento, ma è necessario fare un'attenta riflessione insieme al parere del veterinario. Di seguito sono elencate alcune possibili soluzioni da prendere in considerazione:

  • Quando torni a casa, non sgridare il tuo cane per i danni subiti. Al contrario, ignoralo per almeno 20 minuti sia prima che dopo il tuo ingresso in casa.
  • Interagisci con lui solo quando si è calmato, premialo se si rilassa e assicurati che faccia almeno mezz'ora di passeggiata al giorno.
  • Non farlo dormire nel letto, ma mettilo più lontano sul pavimento finché non si riposa in un'altra stanza.
  • Insegnagli il comando "resta!" e aumenta gradualmente la distanza tra voi due mentre lo fate.
  • Utilizza una serie di rituali di finta uscita nel corso della giornata, come prendere le chiavi o suonare l'allarme, per desensibilizzare il tuo animale ad andarsene senza andare da nessuna parte.
  • Infine, lascia il cane da solo a casa per qualche istante e poi aumenta gradualmente il tempo e la distanza percorsa. Cerca di rientrare prima che il tuo cucciolo inizi a protestare. Quando torni, ignora completamente il tuo cucciolo. Questo può aiutare a ridurre l'ansia del cucciolo, che si abituerà a vederti andare via e poi tornare. Questa strategia può essere utilizzata anche per altri comportamenti, come abbaiare o scavare, per dare al tuo cucciolo qualcos'altro su cui concentrarsi al tuo ritorno che non comporti la necessità di ricevere attenzioni.

Per trattare con successo i problemi comportamentali di un animale domestico, è fondamentale il parere di un veterinario. In alcune situazioni, è possibile utilizzare integratori o farmaci naturali come parte del piano di trattamento, ma solo sotto la supervisione di un veterinario e in combinazione con la terapia comportamentale. Seguire il regime di gestione del comportamento prescritto dovrebbe aiutare a risolvere il problema entro due o tre settimane.

Il motivo principale per cui alcune sessioni di terapia non hanno successo è che il proprietario non si impegna a portarle a termine. È naturale sentirsi scoraggiati dopo i primi giorni, ma non arrenderti! Spesso, durante questo periodo, potrebbe verificarsi un leggero declino della salute fisica. Tuttavia, è importante mantenere l'impegno e la costanza nell'applicare tutte le tecniche utilizzate per alleviare l'ansia da separazione del tuo amato animale domestico. Ricorda sempre che stai facendo tutto il possibile affinché il tuo amico peloso si senta di nuovo sicuro e protetto.